Acquisti bio

03/12/2012 - Cucina e contorni, E adesso shopping

Ero in sala d’attesa e avevo voglia di una gomma, così la mia vicina Beatrice che sgranocchiava mangia e bevi me ne ha offerto un po’.

Mamma Natura

Da lì è partito un dibattito sulle tisane, sugli infusi e cose di questo genere e soprattutto è arrivata la dritta. Il giorno seguente curiosa come una scimmietta sono partita in avanscoperta alla ricerca di Mamma Natura (via Padova, 186 20132 Milano Tel 02.26.82.90.76). C’è da dire, è chiaro, che è una rosa tra le spine. Non è in centro, ma si raggiunge facilmente con la linea verde della metropolitana e poi saccheggiare il negozio una volta al mese basta e avanza… forse! Per cominciare ho acquistato il sale blu di Persia in pietra, ottenuto da antiche miniere della provincia di Semnan, nel nord dell’Iran. Ho letto, sbirciando dal sito (www.mammanatura.it on line anche consigli e ricette), che in passato si utilizzava come portafortuna mettendone qualche pizzico fuori dalla porta e dalle finestre di casa, quindi mi è sembrato carino regalarlo al di la del suo sapore e del fatto che sia molto raro e pregiato. A questo ho aggiunto anche una porzione di riso con rose, radicchio e funghi e una birra di Angelo Poretti spinata e imbottigliata al momento. Solo che di birra non ci capisco un tubo, ma anche questo è un presente e va consumato entro dieci giorni. I prezzi sono buoni, niente packaging, tutto bio e naturale: ci sono i dolciumi per i golosi, i detersivi alla spina, le creme per il corpo, gustosi muffin da tuffare nella vasca da bagno, tante confezioni regalo già pronte per offrire un cadeau diverso, anche se la prossima volta il regalo me lo faccio da sola.

Alessia Impagliazzo