A cena con gli amici

09/12/2011 - Cucina e contorni

Tavola a casa di amici

… La serata è proseguita a casa di amici, dopo aver brindato alla Festa del Vino Novello. Ci siamo ritrovati davanti ai fornelli, con creatività e un po’ di brio in più.
Candele, zucche ornamentali, melagrane e un modello della Heckler & Koch, l’arma segreta utilizzata da Luciana per decorare il desco. L’idea è simpatica e piace a tutti. Merito anche del legno che con le sue venature irregolari impreziosisce con semplicità. Runner e tovaglie? Mettiamoci a nudo. Perché no?
In cucina una sinfonia a quattro mani preparata, o meglio cucita, con Pepito (Che cosa combinerei senza di lui?!) al quale ho proposto una Crema di zucca con radicchio rosso. La ricetta, dello chef Gino Fantini, è stata scoperta da Cleopatra su Io Donna (5-11 Novembre). L’ho assaggiata per la prima volta a casa sua. E’ bastata qualche cucchiaiata. Il passaggio da una tavola all’altra (Con gli appunti del caso) è stato breve.
Voglia di sperimentare. Anche con il secondo. Stuzzicati dal Radicchio caramellato di Nadia www.vitadaprecisina.com, che abbiamo preparato per accompagnare la carne alla brace. Cosa ne pensate?
Per voi ho scattato qualche foto. Accomodatevi!

Alessia Impagliazzo

Crema di zucca con radicchio rosso

Crema di zucca con radicchio rosso

Ingredienti Per quattro persone (Noi abbiamo raddoppiato la dose – eravamo in sette e la bilancia non dava segni di follia – ma siamo riusciti a mangiare quattro cucchiaiate a testa, quindi se siete in tanti ed è un piatto unico, ragionateci su).

350 gr di zucca già pulita
1 scalogno
100 ml di brodo vegetale (L’abbiamo preparato con acqua, cipolla, sedano, carote, qualche bacca di ginepro e una foglia d’alloro)
30 g di burro
40 ml di crema di latte (panna fresca non zuccherata)
un cespo di radicchio rosso
olio extravergine di oliva
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
Sale
Pepe

Procedimento

Fate rosolare nel burro lo scalogno tritato fine. Unite la polpa di zucca tagliata a dadini, versate il brodo caldo e lasciate cuocere finché la zucca è morbida. Passate tutto al passaverdura e trasferite la purea in una casseruola. Salate, unite il concentrato (Consiglierei di unire il concentrato prima del sale, per evitare di rendere la zuppa troppo sapida), la panna e rimettete sul fuoco per altri 5 minuti dall’ebollizione. Fuori dal fuoco, condite con 2 cucchiai di olio e lasciate riposare. Completate con listarelle di radicchio appena scottato (A noi piaceva croccante e l’abbiamo lasciato crudo. Per accompagnare la zuppa, in forno, abbiamo tostato dei cubetti di pane) e pepe.

Radicchio caramellato

Radicchio caramellato

Ingredienti

Radicchio rosso
Pepe
Sale
Noci
Miele
Burro

Procedimento

Staccate le foglie dal gambo, eliminate quelle più esterne e lavate il resto sotto acqua corrente. Asciugate con cura. Tagliate il radicchio a striscioline spesse un dito, sistemate tutto in una teglia antiaderente e condite generosamente con olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e pepe ed una manciata di gherigli di noci spezzettati grossolanamente. Spolverate la superficie con dello zucchero di canna (ottimo anche con del miele di castagno – Noi infatti abbiamo preferito il secondo), almeno due cucchiai abbondanti per un cespo di radicchio, ed infornate a 180 gradi per dieci minuti. Quindi, estraete la teglia e lasciate sciogliere qualche ricciolo di burro sul radicchio caldo. Profumate con foglioline di salvia fresca e servite.